Previsioni per venerdì, 1 aprile 2022

Ignoprevisioni - Il meteorologo ignorante

Previsioni per venerdì, 1 aprile 2022

Scordatevi le previsioni qui piove qui no, perché da domani regnerà il caos…

Quello bello, atmosferico…

Quello che sarà più eccitante da seguire e cercare di comprendere piuttosto che prevederlo…

Tanto che vi scrivo lo stramazzo disegnato questa mattina sta coinvolgendo tutta la provincia savonese, ha in parte agganciato il mare e sta lentamente traslando verso levante…

Altri millimetri preziosi regalati in zona cesarini in un mese, quello di marzo, terribilmente avaro di precipitazioni…

Più tardi, in piena notte, non mi sorprenderebbe neppure qualche colpetto di tuono…

Tra Genova e Promontorio, forse Tigullio compreso…

Nel frattempo un’enorme fiume di aria fredda, dalla Francia, tenderà ad incanalarsi verso la valle del Rodano…

Aizzerà un Maestrale destinato dapprima a galoppare al largo, abbattersi contro le coste occidentali di Corsica e Sardegna e in parte ripiegare verso il Golfo…

Domani mattina, però, non ce ne accorgeremo…

Il primo tratto di costa interessato dal Maestrale travestito da Capitan Libeccio sarà quello dell’alta Toscana…

Poi, tra il pomeriggio e la sera, il suo piegare verso il Golfo si sarà più efficace e gran parte delle coste di casa Liguria saranno interessate dal flusso di un Capitano tutt’altro che mite…

Definire il tempo di domani è decisamente complicato…

Mi vien da dire variabilmente instabile, o instabilmente variabile…

Il flusso di aria fredda correrà a due velocità…

Quello posto a circa 1500 metri di quota troverà nel suo scorrere verso sud la barriera alpina…

Dovrà aggirarla tuffandosi nel cuore del Mediterraneo proprio dalla valle del Rodano e non giungerà da noi piegando da sud verso nord, prima di domani notte…

Quella posta a circa 5mila metri di quota, invece, non troverà nessun ostacolo e neppure le Alpi potranno opporsi a quella quota e l’aria fredda raggiungerà già nel corso della mattina casa Liguria…

L’atmosfera potrebbe instabilizzarsi e far nascere moti convettivi a canes penis…

O a macchia di leopardo…

Fate voi…

Ma non v’è certezza, anche se le maggiori scians preferisco serbarle per il settore centro orientale…

Minori procedendo verso ponente…

Dove Gran Soleil potrebbe persino giocare a bubu settete e regalare qualche ora di primavera luminosa e mite…

Vi dico solo che i modelli son quasi tutti completamente scarichi, asciutti, silenti…

Come se non dovesse piovere per tutto il giorno…

Ma io continuo a non crederci…

Mi sbaglierò…

Ma domani è il primo aprile e Madre Natura non mi convince…

Se la mattina riserva un sacco di dubbi il pomeriggio ci mette il carico da 11 e tutto si fa ancora più complicato…

Il Capitano comincerà a galoppare con allegra baldanza…

Gli effetti principali dovrebbero essere almeno due…

Un crescere inesorabile di un Mare Nostrum che, soprattutto a levante rischia di costruire onde sino ad oltre 4 metri di altezza…

Lo spostamento dell’instabilità verso i monti del centro levante liberando temporaneamente gran parte della linea di costa da eventuali precipitazioni beffardine…

Condizione che ci trascineremo sino alla notte su sabato…

Quando finalmente, anche il flusso d’aria freddo a quota 1500 avrà aggirato le Alpi tuffatosi nel Mediterraneo piegato verso nord-est e raggiunto le vette delle nostre montagne…

Ma questo potrebbe essere tutto un altro film e ce lo raccontiamo domani…

Vi lascio con Mastro Eolo…

Domattina, domani pomeriggio e sabato all’alba…

Rende, belin se rende l’idea…

Bonnuì…