Previsioni per martedì, 13 settembre 2022

Ignoprevisioni - Il meteorologo ignorante

Previsioni per martedì, 13 settembre 2022

Rientro con scrivania fantozziana superato con successo…

Così come la giornata odierna, scivolata via senza particolari sussulti, cambi di programma o modifiche allo spartito scritto e disegnato, sebbene frettolosamente, ieri sera al rientro da una settimana di interminabile sollazzo…

Domani giornata interlocutoria…

Godibile in spiaggia dai ragazzi, giunti oramai a meno di 48 ore dal rientro…

Godibile per gli oblò che farei girare alla massima potenza…

Il risveglio me lo aspetto tendenzialmente luminoso, forse appena sporcato da possibili velature o stracci di nubi sottili alla solita altezza smisurata, in rapido spostamento da ovest verso levante, che potrebbero persino regalare un’alba pennellata di colori pastellati…

La lenta ma inesorabile declinazione di un Gran Soleil tardo estivo condiziona, invece, l’andamento termico delle nostre valli interne, in ombra sempre più anticipata e con i raggi solari sempre più inclinati, determina un’escursione termica notevole, con minime anche ad una sola cifra o comunque non lontane da quota dieci soprattutto lungo i versanti esposti a nord, lontani dall’influenza di un Mare Nostrum ancora sopra la soglia dei 25 gradi…

Mastro Eolo in modalità brezza di valle al mattino, accompagnerà Don Mercurio lungo la costa, ad una discesa notturna che si fermerà solo domattina, intorno all’alba, su valori prossimi a quelli odierni, oscillanti fra 18 e 21 gradi, a seconda dell’orografia locale…

Poi, da metà giornata, cambio di rotta, e passaggio di consegne ad un timido ma comunque efficacerrimo scirocchetto in grado di cominciare a costruire i primi brandelli di Santissima che andranno a incastonarsi lungo i versanti marittimi più esposti, compresi tra il genovesato occidentale e il savonese…

Brandelli destinati a divenire drappi sempre più compatti entro sera…

E che potrebbero invadere persino il ponentissimo e rompere l’egemonia di uno Scudo Spaziale quasi noioso…

Mestizia, ovviamente, senza pudore alcuno, prodromo per un mercoledì durante il quale i massimi di pressione del promontorio africano si saranno spostati ad est di casa Liguria…

Torneremo, quindi, sotto l’influenza di flussi d’aria un filo più freschi da ovest, a circa 3mila metri Mastro Eolo tenderà a vestirsi da Capitan Libeccio e il cielo tenderà a colorarsi delle più svariate tonalità di grigio…

Ma al di là dei temporali, declamati a destra e a manca come petali di rose al passaggio di re di Zamunda, io faccio ancora fatica a disegnare uno scenario così fortemente temporalesco, al netto di qualche rovescio, seppur convinto, tra genovesato e savonese…

Ma è ancora presto, il solito centimetro alla volta, domani, con il solito fondo di caffè, l’indice sbavato e le palle di cristallo proveremo a disegnare il miglior scenario possibile per mercoledì…

E capire se sarà da leoni, o da gazzella…

Voi, nel dubbio, domani stendete o stendetevi, a seconda se decidiate di far girare gli oblò o srotolare il telo in riva al mare…

Augh!